Disegno del giorno : Intervista a Anna Mancini

Ciao, Anna, puoi presentarti in poche parole ai lettori di L'Ambidextre ?

Mi chiamo Anna Mancini e sono nata nel 1972 a Guardiagrele, in Abruzzo, in un piccolo paese ai piedi di una meravigliosa e magica montagna… la Majella.

Come è nata la sua passione per il disegno?

Fin da piccolissima il disegno è stato un modo di comunicare con me stessa e con il resto del mondo, un linguaggio tutto mio.

Qual è stato il suo percorso formativo?

Mi sono diplomata all'Istituto Statale d'Arte di Chieti, ho frequentato il Dams di Bologna, un interessante corso di "Restauro di mobili antichi" e uno di fotografia, altra mia passione, fino ad approdare a Roma, alla Scuola Internazionale di Comics, dove mi sono diplomata con il massimo dei voti.

E poi cosa è successo dopo?

Dopo aver terminato gli studi, sono stato subito "reclutata" come insegnante di illustrazione nella stessa scuola di Roma. Negli anni mi sono trasferita prima a Chieti ed infine a Pescara dove insegno ancora oggi con grande gioia.

Ma hai continuato a disegnare comunque?

Certo. Fin dal lontano 1996 ho iniziato ad esporre i miei disegni in diverse città italiane, cosa che adoro fare, e da allora non mi sono più fermata. Ho trasformato questa meravigliosa passione in lavoro: decorare ambienti interni ed esterni, lavorare come ritrattista, disegnare manifesti pubblicitari, illustrare copertine di CD musicali e collaborare con varie riviste italiane e straniere. Tutte cose straordinariamente stimolanti ed interessanti.

Quale posto occupa il disegno nella tua vita?

Il disegno è un linguaggio che mi appartiene da quando ero una bambina molto curiosa e sognatrice; disegnare mi permetteva di viaggiare con l'immaginazione e la fantasia in mondi incredibili e tutt'oggi mi permette di entrare in contatto con il mondo che mi circonda, con le persone e con me stessa.
Il disegno è arrivato prima delle parole e non si è ancora stancato di accompagnarmi in questa strana e sensuale zona di imprevedibilità che è la mia vita. Amo esporre i miei disegni e mi piace pensare che possano far scaturire emozioni o pensieri nelle persone che li osservano, stimolando la loro fantasia o i loro ricordi… una sorta di risonanza emotiva che può rendere chi guarda complice di ciò che sta guardando.
Momenti difficili o belli sono racchiusi in loro, un intreccio di vita ed emozioni. Ogni volta è stato come inserire un tassello in più nel mio infinito puzzle.

Quali sono le altre attività oltre al disegno e all'insegnamento?

Per diversi anni sono stata curatrice della Mostra dell'Artigianato Artistico Abruzzese di Guardiagrele, che mi ha permesso di conoscere artisti capaci di creare, con le proprie mani, opere incredibili. Dal 2012, dopo aver vinto il concorso organizzato da "Frigidaire", collaboro con questa importante e stimolante rivista d'arte rivoluzionaria fondata nel 1980 e che molti anni fa ha contribuito a segnare il mio destino.
Amo fotgrafare, leggere, viaggiare…amo gli animali e naturlmente sognare ad occhi aperti!

Torniamo al disegno. Hai una tecnica particolare?

La tecnica che è diventata la mia migliore compagna da sempre è "BiroArt", questo è il nome che le ho dato negli anni. Mi immergo e mi perdo nelle sfumature che posso creare con la penna, un mondo di luci e ombre, un intreccio di segni e linee. Mi piace sperimentare e giocare con diverse tecniche, come l'acquerello, la grafite, l'inchiostro… e poi le matite colorate, l'acrilico… insomma… tutto ciò che mi permette di creare segni e personaggi.

Passiamo ora al disegno di oggi, che ho notato subito sul vostro Instagram.

Per la descrizione di questo disegno, posso solo dirvi che amo moltissimo la natura e che mi piace rappresentarla. È una cosa che mi rilassa molto e mi aiuta ad entrare in sintonia con essa attraverso le tecniche che uso. In questa ho scelto di usare le matite colorate ed è stata la prima volta che ho provato ad usarle sovrapponendo diversi strati, cercando di fondere i colori per arrivare ad una illustrazione
che si avvicinasse ad una rappresentazione realistica.

 

 

Anna Mancini

FacebookInstagram
 

___________________________________

Vi è piaciuto questo articolo? Sentitevi liberi di condividerlo!

 

⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️⬇️

Laisser un commentaire

Votre adresse e-mail ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *